Storie di mura

Un nome, i luoghi, un racconto

Le mura di un edificio possono avere il sapore dolce della tradizione, il gusto antico del passato, i profumi di ricordi e di eventi che si susseguono negli anni. Ne vivono molti, di ricordi, nel nome e nei luoghi che hanno ospitato l’attività della famiglia Dipalma. La prima sede del ristorante, in via Milazzo, anticamente era un panificio, nel quale il pane veniva cotto in un forno a legna risalente al 1600. Proprio a questa prima sede si deve il nome “Vecchio Forno”. Nel 1999 l’intera famiglia trasferisce l’attività nel centro storico cittadino, di fronte al palazzo della Marra.
Il ristorante si compone di 5 diversi ambienti. La saletta al piano superiore, risalente al 1200, faceva parte di un palazzo signorile e nei secoli successivi fu adibita a mattatoio, come dimostrano alcune tracce visibili all’interno del locale. La cantina del ristorante è stata ricavata al posto di un’antica stradina che portava fino al castello e rappresentava il percorso dei muli. Nel Vecchio Forno si respira tutta l’atmosfera della zona storica di Barletta.